LA TORDERA E CASACLIMA

La nuova cantina La Tordera, costruita nel 2001, ampliata prima nel 2011 e successivamente nel 2018, ha ottenuto la certificazione CasaClima Wine, un protocollo elaborato dall´Agenzia CasaClima di Bolzano con la finalità di garantire la sostenibilità degli edifici destinati alla produzione vinicola. La valutazione nasce dall’analisi di tre aree legate alla sostenibilità: qualità ecologica, qualità socio-culturale e qualità economica, così vengono definite compatibilità ambientale dell’edificio e comfort abitativo, diminuzione del consumo di energia e acqua nella produzione dei vini, scelta degli imballaggi e conseguenze del trasporto.

Abbiamo scelto questo percorso perché amiamo la coerenza e le dichiarazioni che si trasformano in fatti; la nostra cantina, con la certificazione CasaClima, offre ai nostri visitatori e a chi lavora con noi un elevato stato di salubrità e il massimo comfort in ogni singolo ambiente.

ENERGIA
SOLARE

• L’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto della nostra cantina, per un’area di 750 mq, permette all’azienda un 70% di autonomia dal punto di vista energetico. Inoltre grazie all’installazione dei pannelli solari produciamo energia per riscaldare l’acqua per le diverse fasi produttive all’interno dell’azienda

• L’acqua impiegata per il lavaggio delle vasche e per alcune fasi d’imbottigliamento è stata ridotta e viene raccolta per essere poi riutilizzata nell’irrigazione di soccorso dei vigneti.

BASSA DISPERISONE
TERMICA

• La nuova cantina in legno garantisce un’ottima coibentazione e fa si che non ci siano scambi di calore tra esterno e interno così da mantenere gli ambienti alle temperature adeguate;

• Gli ambienti dell’azienda sono riscaldati totalmente con caldaia a legna raccolta nei boschi attigui ai vigneti, operazione quest’ultima fondamentale per il mantenimento in salute del bosco. Facciamo uso di combustibili solo per i mezzi agricoli, cercando comunque di ottimizzarne al massimo l’utilizzo

BASSE EMISSIONI
DI CO2

• La bottiglia, creata appositamente per la nostra azienda, pesa il 15% in meno rispetto alle tradizionali bottiglie di spumante ed è composta per oltre l’80% da vetro riciclato. Quest’ultimo aspetto permette una temperatura di fusione più bassa e quindi una dispersione minore di anidride carbonica nell’atmosfera.

• Per gli imballaggi utilizziamo carta riciclata al 100% e legno di pino vergine essiccato senza altri trattamenti.

• Nonostante le innovazioni, siamo rimasti legati al territorio che lavoriamo e alla sua storia: a dimostrazione di ciò privilegiamo il lavoro manuale e le tecniche utilizzate da chi ci ha preceduto. Il percorso intrapreso dalla nostra azienda vuole quindi raggiungere il traguardo di una viticoltura sempre più green, in armonia con l’ambiente.