VICENZA

Vicenza è la città del Palladio, uno dei più grandi architetti di sempre, lo è perché sono ben 23 i monumenti di questo grande artista che potrete ammirare visitando la città; il più famoso di tutti è, senza dubbio, il Teatro Olimpico, il primo teatro stabile al coperto mai costruito.

Ispiratosi ai teatri romani, Palladio, progetta una cavea ellittica con gradinate e un colonnato con statue. Il vero capolavoro è il palcoscenico, caratterizzato da un proscenio su due ordini con edicole, nicchie, statue e bassorilievi, capace di ricreare una profondità che lo rende unico nel mondo, uno spettacolo senza eguali.

Imponente e splendida anche la Basilica Palladiana, che non è una basilica, Palladio scelse questo nome per ricordare l’antica Roma in cui le basiliche erano i luoghi dove si gestiva la politica e gli affari importanti della città. Poi deliziosa la passeggiata in Corso Andrea Palladio, costeggiato da portici, botteghe, chiese e musei. Impossibile, se sceglierete di visitare la schiva ed elegante Vicenza, non andare a “Villa la Rotonda”, commissionata al Palladio dall’ecclesiastico vicentino Paolo Almerico, che da 500 anni vede arrivare viaggiatori da tutto il mondo per poterla ammirare.

I Giardini Salvi vi permetteranno di scoprire uno scorcio più celato, ma davvero bello di Vicenza: la Loggia Valmarana. Si racconta che molti amori vicentini siano nati in questo angolo romantico della città. Sensualmente poggiata sull’acqua della Roggia Seriola, la Loggia Valmarana è davvero un piccolo paradiso. Quando deciderete che è l’ora del pranzo o della cena non dimenticate che Vicenza è terra di formaggi Dop come l’Asiago, il Grana, il Provolone Valpadana e rare perle di gusto come lo Stravecchio di Malga, famoso e unico poi il Baccalà alla Vicentina, così come, sempre al centro dell’attenzione culinaria del luogo, i Risotti in tutte le loro espressioni più gustose e, arrivati ai dolci, mai farsi mancare la biscotteria secca della tradizione contadina e due dolci più elaborati ma sempre squisiti quali la Treccia e la Focaccia.

Distanza da "LA TORDERA":1 h 15 min